IC ACCADIA

PROGETTO UNESCO

Print Friendly, PDF & Email

 

Intorno alla scuola rinasce la comunità

Un futuro per i giovani dei piccoli comuni

12 luglio 2019 dalle ore 10:30 alle ore 12:30

Convegno di studio presso la sala multimediale del Comune di Accadia

Una cattedra UNESCO su Pace, dialogo interculturale e sviluppo sostenibile nel Mediterraneo

Il Convegno organizzato dalla nostra Scuola dal titolo: “Intorno alla scuola rinasce la comunità – Un futuro per i giovani dei piccoli comuni”  si colloca nell’Ambito del Progetto “Una Scuola per la pace”, un progetto in atto da 3 anni, che nasce dalla proposta del Comune di Monteleone nel 2016 di contribuire a istituire il Premio internazionale per la Pace, che si tiene ogni anno, l’8 marzo, e premia le donne che si sono distinte nella promozione di una cultura della pace nel mondo. La nostra Scuola ha stipulato una convenzione con il Centro Gandhi di Pisa ed è divenuta Scuola affiliata all’Unesco nello stesso anno. Da allora, ogni anno la nostra scuola organizza due eventi molto importanti ogni anno: La marcia per la pace, che coinvolge tutti gli alunni dell’Istituto Comprensivo, e quindi dei quattro Comuni, Accadia, Anzano di P,. Monteleone di P. e Sant’Agata di P., la succursale di Accadia del Liceo Scientifico “Marconi” di Foggia e numerose scuole viciniori, tra cui scuole di Cerignola, Ariano Irpino, ecc.; una giornata dedicata alle esibizioni degli alunni in pubblica piazza sui temi della pace e della cultura della nonviolenza. Il 10 marzo 2018, in occasione del 50° anniversario del martirio di Martin Luther King Jr. (1968-2018), apostolo mondiale della nonviolenza, la nostra scuola, affiliata all’UNESCO, in collaborazione con il Centro Gandhi di Pisa e il Centro Internazionale per la Nonviolenza  Mahatma Gandhi di Monteleone di Puglia, ha avuto ospite Bernice Albertine King, figlia del celebre Martin Luther King, che ha ricevuto il premio internazionale per la pace durante un Convegno organizzato dalla nostra Scuola e dal Comune di Monteleone. Il passo successivo è stato quello di avviare le pratiche per l’Intitolazione del nostro Istituto Comprensivo a Martin Luther King, che è stata autorizzata dall’Ufficio Scolastico nel febbraio del 2019. Quest’anno, infatti, abbiamo organizzato una cerimonia per l’Intitolazione con l’apposizione della targa sulla facciata della Sede principale in Via Roma ad Accadia, con la partecipazione dei Sindaci dei quattro Comuni, di una rappresentanza dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Foggia, del Presidente della WILPF (Lega Internazionale Donne per la Pace e la Libertà) – dal 1915 impegnata attivamente nella promozione del disarmo universale – ha partecipato, come una delle componenti di ICA, al lungo percorso diplomatico che si è concluso con la stesura e l’adozione del Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari –TPNW), Prof.ssa Giovanna Pagani e tutta la cittadinanza dei quattro Comuni.

Ma gli eventi e le iniziative non sono state soltanto queste. Infatti durante i tre anni i docenti hanno partecipato a una formazione specifica sui temi della nonviolenza, della pace e dello sviluppo sostenibile che ha visto avvicendarsi numerosi relatori di fama internazionale, come il Prof. Angelo Baracca (saggista specializzato nelle tematiche legate al nucleare civile e militare e attivista pacifista e ecologista, editorialista per “Pressenza” sulle questioni nucleari e sull’etica nelle scienze), Professore ora in pensione dell’Università di Firenze, e tanti altri.

La scuola, inoltre, ha inteso sviluppare i temi della cultura della pace, della nonviolenza, dell’intercultura e dello sviluppo sostenibile all’interno dei suoi programmi didattici, organizzando convegni per gli alunni, programmando e realizzando attività didattiche ed eventi su questi temi con il coinvolgimento di alunni e famiglie, aprendosi al territorio e organizzando viaggi per implementare il percorso formativo dei nostri allievi. Tutto con la collaborazione dei Comuni, che si sono impegnati, attraverso intese e accordi di partnership a sostenere queste attività. Naturalmente tutto questo ha richiesto e richiede impegni economici di rilievo, e di questo ringraziamo la Regione Puglia che ha contribuito, quest’anno, con una somma di 5.000,00 €, che è stata utilizzata proprio per acquistare tutto il materiale occorrente per la riuscita della cerimonia di intitolazione dell’Istituto Comprensivo a “Martin Luther King”.

Quello che si intende realizzare, attraverso questo Progetto, è un POLO DIDATTICO DI RICERCA, SPERIMENTAZIONE E PRATICA di nuove metodologie relazionali, assolutamente nuovo e innovativo, primo esperimento nel Mediterraneo, a carattere internazionale, che sia in grado di offrire un percorso scientifico per l’assunzione di una consapevolezza sul valore paradigmatico di questi temi, da cui possono scaturire nuovi orizzonti   di convivenza fra uomini e fra uomini e ambiente, supportata da sperimentazioni a carattere universitario che si articolano verticalmente a partire dalla Scuola dell’Infanzia fino all’Università.

Il declino economico che ha portato allo spopolamento inesorabile dei piccoli Comuni periferici, allo svuotamento che condannerà questi Comuni all’estinzione, ci ha pervasi dell’idea che soltanto accompagnando i giovani e sostenendoli, attraverso la formazione, lungo tutto il percorso di studi, essi potranno trasformare le competenze acquisite in nuove forme di imprenditoria, quella incentrata su un’economia etica ed ecologica, sull’accoglienza e il rispetto delle aree naturali, sulla produzione ottenuta utilizzando energie rinnovabili e sulla cura dei paesaggi e dell’ambiente, tale da divenire attrattivi per chi desidera vivere in un ambiente altamente ecologico e a misura d’uomo.

Il carattere internazionale delle iniziative potrà, in un futuro non lontano, attrarre non turisti sporadici, ma personalità di alto livello, che potrebbero interessarsi a luoghi e persone che stanno costruendo autentiche oasi in cui la convivenza pacifica, la bellezza dei paesaggi, la salubrità dell’ambiente, il cibo altamente biologico e sano, la cordialità delle persone, l’accoglienza e il rispetto delle diversità, la competenza dei suoi imprenditori e commercianti in campo non soltanto agricolo, ma anche sociale e relazionale, nelle tecnologie d’avanguardia coniugate con la sostenibilità dell’ambiente, potrebbe essere il volano economico che potrà salvare questi piccoli Comuni e offrire lavoro e benessere ai suoi cittadini.

Il Presidente emerito dell’UNESCO, Federico Mayor Zaragoza (autore della poesia “Paloma en Paz” trasformata in canto da Paco Damas, che è divenuto il nostro inno, cantato dagli alunni in tutte le nostre Manifestazioni) ha sostenuto questo progetto e fortemente voluto che nascesse la prima cattedra UNESCO su Pace, dialogo interculturale e sviluppo sostenibile nel Mediterraneo proprio qui, nei Monti Dauni, nel nostro Istituto Comprensivo.

Lo stesso Federico Mayor Zaragoza, attualmente Presidente della Fundaciòn Cultura de paz, ha sponsorizzato la creazione, qui, di uno spazio per l’incontro e il dibattito tra ricercatori, movimenti sociali e organizzazioni della società civile su aspetti teorici e pratici, studi relativi al rispetto dei diritti umani, Democrazia, cultura della pace e nonviolenza, oltre a formulare proposte che contribuiscono a formare società pacifiche, inclusive e rispettose dei diritti universalmente riconosciuti.  L’Istituto Comprensivo “Martin Luther King”, attraverso questo Progetto intende formare cittadini vocati all’intercultura, al rispetto dell’ambiente e della natura, alla cura del territorio, al rispetto delle diversità di religione, di etnia, di genere, di cultura, di stato economico, alla solidarietà e sussidiarietà, alla pacifica e costruttiva convivenza civile e umana e in ultimo, ma non di minore importanza, alla cultura della memoria, affinchè diventi monito di future ingiustizie. Tutto questo potrebbe dare origine a un nuovo modo, etico, di concepire un’impreditoria più umana, più giusta ed equa, e offrire ai nostri ragazzi la possibilità di una realizzazione umana, sociale ed economica dignitosa.

E’ un progetto ambizioso, molto ambizioso, potrebbe essere interpretato quasi come un’utopia, ma noi, i docenti dell’Istituto Comprensivo e quelli delle numerose Scuole che vi stanno partecipando,  siamo convinti che è la chiave del successo futuro del nostro territorio.

Ed è per questo che abbiamo organizzato questo Convegno, per far conoscere alle Istituzioni e alla cittadinanza lo scopo formativo di questa Scuola piccola, ma con tanta voglia di crescere e far crescere i suoi alunni in un territorio difficile quanto povero di risorse, affinchè questi futuri giovani possano restare “a casa” e vivere a casa propria dignitosamente.

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof. Giacomo VITALE